CONTACT US sitemap

Notizie Parrucchieri e Bellezza

Notizie e novità dal Mondo della Bellezza
Information and news from the World of Beauty
Informationen und Neuigkeiten aus der Welt der Schönheit
Information et nouvelles du monde de la Beauté
Información y noticias del mundo de la belleza
信息和新闻从美的世界
Информация и новости из мира красоты
المعلومات والأخبار من عالم الجمال


BEAUTY NEWS

L’hairstyle di Poppy Delevingne agli Emmy Awards 2018 è decisamente uno di quei look da copiare alla prima occasione utile, nonché uno dei più riusciti sul red carpet dedicato ai premi del piccolo schermo. Una coda iper chic, fermata in più punti da fermagli in velluto nero a forma di fiocco. Molto chic, e allo stesso tempo non eccessivamente da bambolina. A rendere il tutto più contemporaneo, infatti, sono i fiocchi multipli posizionati a tre altezze diverse e i capelli piuttosto tirati alle radici che aprono e allungano il viso. E la mente pensa subito a Audrey Hepburn.

L'articolo Emmy Awards 2018: la coda con i fiocchi di Poppy Delevingne è da copiare sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Tendenze capelli per la Primavera Estate 2019Tendenze capelli per la Primavera Estate 2019Tendenze capelli per la Primavera Estate 2019Tendenze capelli per la Primavera Estate 2019Tendenze capelli per la Primavera Estate 2019Tendenze capelli per la Primavera Estate 2019Tendenze capelli per la Primavera Estate 2019Tendenze capelli per la Primavera Estate 2019Tendenze capelli per la Primavera Estate 2019Tendenze capelli per la Primavera Estate 2019Tendenze capelli per la Primavera Estate 2019Tendenze capelli per la Primavera Estate 2019Tendenze capelli per la Primavera Estate 2019Tendenze capelli per la Primavera Estate 2019Tendenze capelli per la Primavera Estate 2019

b-mischka-2009-ss19-pw

Ci siamo, Settembre è il mese in cui iniziano ufficialmente le sfilate che vedono protagoniste Kew York, Londra, Milano e Parigi. Uno sguardo sul futuro della moda, ma non solo. Sì perché in passerella, oltre agli abiti da sogno, sfilano anche il make-up e le acconciature che faranno tendenza la prossima stagione. Capelli lunghi o pixie cut, frangia o ciuffo? Questo è il dilemma. L’importante è giocare d’anticipo e scegliere la più adatta tra le tendenze capelli della primavera estate 2019.

A New York abbiamo visto tanti bob e tagli corti alla maschietta (stile Mia Farrow in Rosmary’s Baby, per intenderci), raccolti con la riga in mezzo e ricci Anni ’80 stile Flash Dance.

Da Londra il messaggio è arrivato forte e chiaro: il vero trend è non seguire alcuna tendenza. L’imperativo è sentirsi spiriti liberi e pettinarsi a seconda del mood del momento: via libera a colorazioni fluo, parrucche luccicanti, chignon simili a origami e copricapo eccentrici.

L'articolo Tendenze capelli per la Primavera Estate 2019 sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Le migliori maschere se hai i capelli rovinatiLe migliori maschere se hai i capelli rovinatiLe migliori maschere se hai i capelli rovinatiLe migliori maschere se hai i capelli rovinatiLe migliori maschere se hai i capelli rovinatiLe migliori maschere se hai i capelli rovinatiLe migliori maschere se hai i capelli rovinatiLe migliori maschere se hai i capelli rovinatiLe migliori maschere se hai i capelli rovinatiLe migliori maschere se hai i capelli rovinatiLe migliori maschere se hai i capelli rovinati

È vero che portare i capelli un po’ arruffati e apparentemente poco curati è un trend. È vero che Blake Lively la cui chioma è sempre un’ispirazione, ultimamente è stata fotografata con look effetto «I woke up like this», ma osservare le tendenze non vuol dire trascurare i capelli. Che, a causa nostra, sono sempre sotto stress più di noi. Dalle schiariture, agli effetti del sole di cui si pagano le conseguenze a settembre, all’uso costante di phon e spazzola. Risultato? Settembre è il mese dei capelli sfibrati e rovinati.

Dopo i trattamenti intensivi in salone, le maschere da tenere in posa a casa sono fondamentali e più potenti del conditioner. Ne esistono di più tipologie: dalle classiche che si tengono in posa 10 minuti, ai balsami leave-in che non si risciacquano e non lasciano i capelli pesanti, alle maschere monouso in tessuto che assicurano una penetrazione maggiore dei principi attivi. Come orientarsi nel magico mondo delle maschere e la nostra selezione:

Se la vostra chioma è sfibrata e ha bisogno di una ristrutturazione dall’interno, quello che vi serve è una maschera per capelli danneggiati, che ripara e ricostruisce fornendo le proteine essenziali per la struttura capillare.

Se il problema sono i capelli secchi, serve idratazione con trattamenti condizionanti e che aiutano il capello a trattenere l’acqua sigillando la cuticola, e ne migliorano la texture.

Se avete capelli ingestibili, aka crespi, servono rimedi disciplinanti , liscianti e che controllano il capello rendendolo meno poroso.

L'articolo Tutte le migliori maschere per i capelli sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Alla bella attrice Scarlett Johansson la scorsa sera, a Los Angeles, agli Emmy 2018, non mancava assolutamente niente. Il suo abito, di Balmain, era il più sexy e al braccio sfoggiava il miglior gioiello che una donna possa avere: il suo fidanzato, Colin Jost. Non contenta ha lanciato anche il trend make-up da copiare subito: eyeliner nero a virgola, sua beauty signature, rossetto cremoso nude e una cascata di glitter giallo vivace al centro dell’occhio per illuminare il look. Il suo make-up artist, Frankie Boyd, ha rivelato via Instagram che ha creato il look utilizzando la palette occhi di Pat McGrath Labs. Tradotto: luce all’ennesima potenza!

la palette

La palette occhi Pat McGrathLabs

L'articolo Il make-up giallo di Scarlett Johansson agli Emmy 2018 è super glam! sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Una scena dal film Un'ottima annata

Una scena dal film Un’ottima annata

Quante volte vi è capitato di essere seduti allo stesso tavolo di persone che non si intendono di vini ma che si ostinano ugualmente a fare da ciceroni? Scommettiamo tanti. E scommettiamo che tutte le volte che incappate in uno di loro vi promettete di non trovavi mai nella loro situazione. Per evitare figuracce o, ancora meglio, per stupire ed essere scambiate per sommelier mancate, ecco che esistono delle nozioni fondamentali da conoscere, specie se dovete barcamenarvi tra diversi tipologie di vini frizzanti.

La regola numero uno è di osservare proprio le bollicine, che devono essere piccole, e il perlage, ottimo se fitto. Bollicine grandi o sul fondo? Segnali che non avete davanti un vino di qualità. Importanti sono anche la limpidezza, che è buona se non ci sono particelle visibili in sospensione, e la trasparenza, ovvero quando la luce riesce ad attraversare il prodotto.

Il vino per fare bella figura è il Torbato Brut di Sella e Mosca, etichetta fondata nel 1899 in Sardegna, ad Alghero, da un ingegnere (Sella) e un avvocato (Mosca). L’uva con cui è prodotto cresce su terreni ricchi di calcare provenienti da millenarie sedimentazioni marine che rendono questo vino fresco e agrumato. I grappoli sono selezionati tra quelli che si distinguono per la spiccata acidità e il colore è di un giallo paglierino lucente. Particolari sono anche la spumantizzazione, dal metodo cuvée close che aiuta a preservare gli aromi e a conferire un retrogusto fresco e balsamico, e la permanenza post-fermentativa sui lieviti, appositamente molto lunga, che conferisce così finezza olfattiva e volume suadente.

Torbato Brut Sella e Mosca

Torbato Brut Sella e Mosca

L'articolo Tutto quello che devi sapere su un bicchiere di bollicine sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Tante e diverseSopra la fronte a coroncinaA "X"Attaccata sopra una treccina lateraleIn fila sopra una trecciaA disegnare una coronaA ragnatela Una solo laterale, ma eloquenteA blocchettiA cerchiettoSu un lato a fermare il ciuffoDoppie ma spaiateA tavolino da giocoSopra una trecciaUna ma grande

Da bambine ne abbiamo indossate sicuramente più di una, magari anche qualcuna molto eccentrica, perché le mollette per i capelli erano come le figurine per chi aveva un album o la sorpresa per chi scarta un uovo di cioccolato: irresistibili. Ora però quelle bambine cresciute negli anni ’80 e ’90 sono diventate delle ragazze che, con il ritorno della moda grunge della loro infanzia, stanno rilanciando anche la moda mollette per i capelli, questa volta però pensate per le adulte.

Una delle prime a riportare in vita le mollette vintage argento è stata Ariana Grande, che spesso le mette in bella vista su un lato della testa per fermare il ciuffo. Oltre alle clips classiche – che Solange Knowles ha indossato sull’attaccatura dei capelli, una dietro l’altra a formare una corona! – sempre più amate sono le forcine, quelle che una volta si nascondevano per fermare un’acconciatura mentre ora si mostrano, indossandole nei modi più creativi: a blocchetti, a cerchietto, a “X” come Emma Stone o a ragnatela come Kristen Stewart.

Le mollette/barrette (quelle rigide che si devono aprire leggermente), invece, per stupire diventano sempre più grandi, numerose o eloquenti: insieme alla moda delle mollette con le parole, per mandare dei messaggi, si usa sempre di più anche indossarne tante insieme e diverse tra loro oppure sistemarle in punti della testa inaspettati, come sopra una treccina o lungo la french braid.

Obiettivo comune: sorprendere con la propria testa, e il proprio stile. Nella gallery in alto, 15 modi nuovi di portare le mollette per capelli.

 

L'articolo Acconciature capelli: 15 modi nuovi di portare mollette e forcine sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Alla 70° edizione degli Emmy Awards, tutti gli occhi erano puntati su di lei. Penelope Cruz, che ha interpretato Donatella Versace nella miniserie “L’Assassinio di Gianni Versace: American Crime Story” – premiata durante la serata con ben tre riconoscimenti come miglior miniserie, miglior attore protagonista e miglior regia –  ha indossato sul red carpet uno “scenografico” abito bianco ricoperto di piume (firmato Chanel), a riecheggiare l’immagine di una diva d’altri tempi. Una mise “importante”, che ha sottolineato il concetto di eleganza moderna, abbinandola in questo caso a un make-up dai toni nude e a capelli pettinati all’indietro, raccolti in una stretta coda di cavallo con caduta morbida sul collo. Celebre per il suo stile sobrio e raffinato, questa volta l’attrice 44enne colpisce con un’allure da autentica “diva contemporanea”.

L'articolo Emmy Awards 2018, Penelope Cruz sceglie uno stile da diva tra classico e contemporaneo sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Non ci crederete, ma uno dei segreti per far durare l’abbronzatura più a lungo è fare uno scrub delicato una volta a settimana.

Può sembrare un controsenso perché lo scrub aiuta a rimuovere le cellule morte e siamo portati a pensare che, con esse, porti via con sé anche la nostra abbronzatura. Beh non è così!

22

Photo Credits: Pinterest

 

Se lo scrub è delicato e naturale, facendo rigenerare la nostra pelle, non fa altro che andare ad uniformare il nostro colorito che al rientro delle vacanze inizia a diventare “a macchie” creandoci non pochi problemi anche con il make up.

In commercio esistono tantissimi scrub naturali, biologici ed estremamente delicati perciò non farete fatica a trovare quello adatto a voi. Ma se volete essere certe di usare uno scrub veramente efficace, optate per uno scrub viso e corpo fai da te, come quello che vi consiglio in questo articolo.

Ingredienti:

-50 g di miele liquido

-50 g di olio di mandorle dolci

-50 g di mandorle in polvere

-80 g di zucchero di canna

Per prepararlo vi basterà mettere il miele e l’olio di mandorle a bagnomaria in una ciotolina di vetro per 6-7 minuti. Mentre lasciate raffreddare il composto ottenuto, in una ciotola mescolate lo zucchero e le mandorle in polvere che andrete poi ad aggiungere al miele e l’olio per unire così tutti gli ingredienti. A questo punto non vi resterà che girare per qualche minuto con una spatola fino ad ottenere uno scrub delicato da versare in un barattolo e conservare in bagno.

Personalmente non sono per niente abbronzata, ma faccio questo scrub tutte le settimane sia in estate che in inverno per avere una pelle morbida e idratata.

Se ti piacciono i miei articoli e vuoi seguirmi anche in video, ti aspetto nel mio canale youtube Francesca Esposito

Francesca

L'articolo Scrub delicato per far durare l’abbronzatura più a lungo sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Quando si parla di make up siamo tutte in prima linea pronte a scoprire quel nuovo rossetto che resiste tutto il giorno o quel fondotinta così coprente da rendere inutile il correttore. Con il trucco siamo sempre esigenti, pronte a scegliere i prodotti migliori e quelli più efficaci.

E se truccarsi è un piacere, non si può dire lo stesso la sera quando si rientra a casa e ci tocca rimuovere il nostro make up.

Ho sempre ammirato quelle donne che amano struccarsi e applicare creme viso, perché io pur essendomi sempre struccata, non l’ho mai fatto con piacere, ma sempre come una sorta di dovere verso la mia pelle.

Ho provato ad invogliarmi acquistando struccanti particolari, magari con una formulazione diversa oppure un packaging importante, ma niente!

E allora perché comprare 10 prodotti diversi, magari anche costosissimi, se neanche mi piace applicarli? Tanto vale usare il metodo più facile, veloce, naturale ed economico che esista: l’olio.

Photo Credits:  beautyandthecity.it

Struccarsi con l’olio significa non dover avere il pensiero dello struccante che finisce perché tra olio di mandorle, olio di cocco, olio di ricino e quando tutto manca olio di oliva, impossibile rimanerne senza. Ma significa soprattutto usare un unico prodotto per viso, occhi e labbra e naturale al 100%

Struccarsi con l’olio è semplicissimo: vi basterà massaggiare un olio a vostra scelta su viso, occhi e labbra, preferibilmente con massaggi circolari, poi sciacquare con acqua calda e rimuovere il make up, che a quel punto si sarà sciolto, con una spugnetta naturale et voilà il viso è struccato.

Se non siete amanti della skin care serale, non vi posso assicurare che struccandovi con l’olio inizierete ad amare questo momento, ma credo che quanto più pratica e veloce sia la fase di make up removal , più si evita la tentazione di andare a letto truccate.

Se ti piacciono i miei articoli e vuoi seguirmi anche in video, ti aspetto sul mio canale youtube Francesca Esposito

Francesca!

L'articolo Struccarsi con l’olio è facile ed economico sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Ciao ragazze, oggi voglio parlarvi di make-up, più precisamente di ombretti e smokey eyes. Con l’arrivo dell’autunno, quali sono i colori e le pigmentazioni giuste da utilizzare? Ho selezionato per voi, tre proposte perfette per questa stagione, adatte ad ogni tipologia di occhio. Quindi senza perdere altro tempo, vediamoli subito!

Smokey eyes bronze Questo ombretto lo trovo ottimo per il giorno, visto che è più leggero rispetto alle altre proposte. E’ perfetto con ogni look,  non necessita outfit particolarmente elaborati. Inoltre va ad illuminare il viso e ad intensificare molto lo sguardo. Sta bene sia su occhi scuri che su occhi chiari, rispecchiando a pieno il mood autunnale.

Photo-Credits: Pinterest

Photo-Credits: Pinterest

Smokey eyes gold Questo invece è leggermente più impegnativo, da sfoggiare per esempio per un’aperitivo con le amiche o una cena. Come ogni colore metallico, l’oro è sicuramente quello che apprezziamo di più, per la sua eleganza e capacità di rendere glamour ogni look.

Photo-credits: Pinterest

Photo-credits: Pinterest

Smokey eyes brown L’ombretto marrone è perfetto da indossare per una serata o per eventi più importanti. Questo va ad esaltare la forma dell’occhio, donando la giusta profondità al viso.

Photo-credits: Pinterest

Photo-credits: Pinterest

 

L'articolo Ombretto autunnale! Quale utilizzare? sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

capelli autunno inverno 2018 2019 caschetto bon ton Moschino - Photocredit Pinterest

Sfilata Moschino – Photo credit Pinterest

L’estate volge al termine. Dopo bagni di sole e tuffi in piscina è questo il momento migliore per darci un taglio rinnovando il proprio hair look, sia per dare un tocco glamour alla nostra chioma sia per sbarazzarsi una volta per tutte di doppie punte e capelli sfibrati e messi a dura prova dalle vacanze.

Macro tendenze:  frangia e il taglio pari.

Givenchy

Givenchy

Tinte ad effetto e frange corte di ispirazione anni ’90 sono tra le novità della prossima stagione. Tra le macro tendenze anche il taglio pari. Sì anche ai tagli scalati, purché  leggeri. Mentre i tagli più corti faranno leva sul volume.

capelli autunno inverno 2018 2019 - Photocredit Getty Images

Photocredit Getty Images

Tante le novità avvistate sulle principali passerelle delle sfilate Autunno – Inverno 2018/19 di Milano, Londra, Parigi e New York.

Ermanno Scervino

Ermanno Scervino – photocredit Pinterest

Un tratti in comune nelle diverse collezioni? La portabilità. Qualsiasi taglio di capelli deve poter essere facilmente gestito e riproposto anche a casa. Insomma spazio ai tagli che stanno bene così come sono senza troppi interventi o artifici.

Uno sguardo alle nuove collezioni. Dai saloni arrivano i dictat per capelli di tendenza. A partire dalla collezione Z.One Concept che per il prossimo autunno inverno ruota attorno al concetto di Pure ovvero purezza. Dedicata ad  una donna creativa e autentica, che si esprime oltre alle apparenza. Via libera quindi ai tagli sbarazzini impreziositi da colori tenui e look decisi.

Si chiama  Paris Confidentiel, invece,la collezione di Frank Provost. Pensata ad hoc per una donna che vuole esaltare la propria femminilità.  Spazio agli hair look di ispirazione holliwoodiana anni ’40 a colori caldi e onde seduttive.

Tendenza animalier Una collezione fuori dall’ordinario, quella di Framesi, che si coniuga perfettamente con il trend animalier protagonista alle sfilate Autunno – Inverno. Wild Kingdom, infatti, è una collezione ispirata al contesto metropolitano dove la donna di oggi vive e si muove. Gli ingredienti di questo stile? Un taglio sbarazzino e un colore  che non passa inosservato.

Photo credits - Ghd per Peter Dundas

Capelli autunno inverno 2018 2019 – Photo credits – Ghd per Peter Dundas

Anni ’90 Ghd ha curato gli hair look della sfilata della collezione di Peter Dundas D5, durante la settimana della moda di Parigi. L’hairstylist Eugene Souleiman, ambassador del brand, ha scelto di ispirarsi alle muse degli Anni ’90.

I tagli in voga Tra le novità più accattivanti c’è il ritorno della frangia corta di ispirazione Anni ’90. Sta bene con long bob mossi.

Sulle passerelle però la frangia è stata protagonista anche in tutte le altre sue declinazioni. Si porterà infatti poco folta, per nascondere il viso ma non troppo. Oppure molto lunga che va a coprire lo sguardo. Da sfoggiare anche come ciuffo laterale per rinnovare a piacimento il look.

Il caschetto si rinnova: vince lo stile destrutturato Il caschetto, in vista dell’Autunno – Inverno 2018/19 viene rivisitato e corretto. Addio al carré ultra geometrico, via libera invece al long bob. La lunghezza dei caschetti più di tendenza è quella appena sotto le orecchie. L’elemento più innovativo di questo taglio però sarà il volume.

Di tendenza il caschetto di Emily Ratajkowsky - Photocredit Instagram

 Photocredit Instagram Emily Ratajkowsky

Da copiare i caschetti che sfoggiano le celebrities. Come Emily Ratajkowsky e l’attrice Constance Wu.

Constance Wu

Photocredit Instagram Constance Wu

In particolare nella parte posteriore della testa, il taglio è pensato per regalare un costante effetto volume così come proposto da L’Oréal Professionnel per Les Copains. Se siete amanti del caschetto, anche il Messy bob può essere  la risposta per voi. E’ il taglio di tendenza del prossimo Autunno – Inverno. Il mood di questo taglio? Quello spettinato a regola d’arte ed impreziosito da onde naturali e da una lunga frangia laterale.

Capelli autunno inverno 2018 2019 - La riga centrale proposta da Bottega Veneta

Capelli autunno inverno 2018 2019 – La riga centrale proposta da Bottega Veneta

 

capelli autunno inverno 2018 2019 Tommy Hilfiger

Capelli autunno inverno 2018 2019 – Tommy Hilfiger

La riga centrale Non passa mai di moda e sarà di tendenza anche il prossimo Autunno – Inverno. La riga centrale è un evergreen che però si rinnova. La riga centrale si sposa con il taglio che più vi aggrada e che più vi dona: sta bene su tagli medi lunghi, scalati o pari, non c’è che l’imbarazzo della scelta.

Taglio scalato: sì purché leggero Le scalature di tendenza per la prossima stagione sono leggere pensate appositamente per donare volume alla chioma. Bando ai capelli ultra piatti, è in voga il volume, anche per chi porta i capelli lisci. Lo scalato leggero si adatta a tutti i tipi di lunghezza, in particolare ai tagli medi e corti. Se amate i capelli lunghi, puntate su scalature “a cascata”, perfette per sottolineare le sfumature e gli effetti delle colorazioni.

Il taglio medio sarà quello più di tendenza.Arriva fino alla base del collo e sfiora appena le spalle.

 

L'articolo Capelli Autunno – Inverno 2018/19: trova il più adatto a te! sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

L’autunno ormai è alle porte e uno dei problemi più comuni di noi ragazze è la caduta dei capelli. Lo definiscono appunto il “periodo delle castagne” quello nel quale i nostri capelli iniziano ad indebolirsi e a cadere piano piano. Qui di seguito ho selezionato per voi tre rimedi validi per evitare la caduta dei capelli.

Photo-credits: Pinterest

Photo-credits: Pinterest

Impacco ai semi di fieno greco

Il procedimento è molto semplice, ma occorre un po’ di organizzazione. Bisogna immergere due cucchiai di semi di fieno in un bicchiere di acqua per un’intera notte. Il giorno successivo, una volta che i semi si sono ammorbiditi, si devono frullare e applicare sui capelli e tenere in posa per almeno due ore. L’effetto rinforzante vi aiuterà a diminuire la caduta dei capelli.

Photo-credits: Pinterest

Photo-credits: Pinterest

Henné naturale

Un altro rimedio naturale ma molto efficace è quello dell’henné, ovvero la cassia italica. Questa polverina è facilmente reperibile in erboristeria, e si può utilizzare come impacco sui capelli.

Photo-credits: Pinterest

Photo-credits: Pinterest

Zenzero

Per ultimo, ma non per importanza, lo zenzero è un’ottima radice per contrastare questo fastidioso problema cutaneo. Una maschera a base di zenzero, permetterà di stimolarne la crescita e riattivare la circolazione del cuoio capelluto.

Photo-credits: pinterest

Photo-credits: pinterest

L'articolo Caduta dei capelli? Ecco tre metodi per rinforzarli! sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

ogni quanto lavare la chiomaOgni quanto lavare i capelli? Ci facciamo questa domanda tante volte eppure rispondere non sembra semplice, o come dire, ognuno ha in tasca la propria verità.

Non fatevi ingannare dalla lunghezza dei capelli, non è detto che si sporchino prima se sono più lunghi, così come non è detto che un capello liscio sia più gestibile di un capello riccio.

Le risposte a tanti quesiti circa la frequenza di lavaggio, il tempo per il lavaggio e quello dell’asciugatura dipendono da tante variabili, tra cui la corposità del capello, il cuoio capelluto, il proprio stile di vita e l’alimentazione.

Ecco che allora, tutto diventa soggettivo e nessuna risposta potrà valere come universale.

C’è solo una certezza: lavare i capelli troppo spesso è uno stress perché lo shampoo li indebolisce così come l’utilizzo di phon, piastre e ferri. Bisognerebbe imparare a capire ciò di cui hanno bisogno i nostri capelli e arrivare al punto di definire ciò che fa bene alla nostra chioma e ciò che invece risulta controproducente.

Quindi partendo dal presupposto che non ci sono risposte universali, possiamo iniziare da oggi ad effettuare una sorta di autoanalisi del nostro capello. Prendiamoci uno o due mesi di tempo e monitoriamo gli input che la nostra chioma ci lancia così da assecondare le sue richieste effettive.

Ogni quanto lavare i capelli? Dipende. A mio avviso è questa la risposta più onesta. Non è possibile stabilire una frequenza giusta e adatta a tutti.

C’è chi effettua un lavaggio completo tutti i giorni. In questo caso mi sentirei di dire che andrebbe rivisto qualcosina, magari la colpa di questa frequenza è data dalla scelta dei prodotti utilizzati. C’è chi ha l’abitudine delle 3 volte a settimana, chi di 1 volta a settimana, e chi invece ti dice “dipende dal periodo”.

Io in linea di massima ho imparato a rispettare i tempi della mia chioma, non ho la cute grassa e non li lascio sciolti tutti i giorni, abito in città, ma a seconda del periodo sono più o meno a zonzo, quindi volendo la mia chioma riesce a resistere anche per una settimana senza effettuare un nuovo shampoo.

Quali sono i fattori da monitorare per capire ogni quanto lavare i capelli?

1)La struttura del capello: è questo il primo fattore. I tuoi capelli sono spessi, porosi, fini, sensibili, ricci, lisci o mossi? Sono naturali o trattati? La tua cute è secca o grassa? Già rispondendo a queste domande possiamo individuare alcune necessità.

2)Il periodo: Quanti anni hai? In che periodo della tua vita ti trovi? Qual è la stagione, il clima, la temperature e i fattori atmosferici in generale? Tutto questo è fondamentale per delineare una hair care routine ad hoc.

3)L’habitat: Dove abiti? Dove passi il tuo tempo? Se abiti in una città particolarmente inquinata è normale che i tuoi capelli puliti abbiano una durata inferiore rispetto a quelli di chi vive in realtà più piccine. Se cammini tanto a piedi o sei solita prendere mezzi pubblici oppure ti muovi in scooter e quindi indossi il casco, influenzi la loro durata. Se passi tanto tempo chiusa in ufficio o in casa, ma con condizionatori o termosifoni accesi avrai comunque un altro feedback dai tuoi capelli.

4)Lo stile di vita: Fumi? Vai in palestra o fai attività fisica outdoor? Segui una dieta alimentare o consumi cibo spazzatura? Questi sono altri fattori che influiscono.

5)Lo styling: che forma dai ai tuoi capelli? Se li metti in piega subito dopo il lavaggio, durano di più, lo sapevi? Se utilizzi lacca, spuma o gel invece dovrai lavarli quasi subito, ergo cerca di non abusare di questi prodotti.

Come stabilire la propria hair care routine perfetta?

Una volta che avrai risposto a queste domande la situazione ti apparirà più chiara. Dovrai allora iniziare a fare dei test, cercando di cambiare quelle che sono le tue abitudini circa la frequenza del lavaggio e ti ripeto ancora una volta: lavare i capelli troppo spesso non fa bene. ogni quanto lavare i capelli

Consigli:

Attenzione all’inci dei prodotti che utilizzi, se noti una fragilità e una secchezza di cute e capelli, probabilmente la colpa è di uno shampoo pieno di solfati. Se hai la cute grassa non stressarla eccessivamente, molti prodotti non sono in grado di riconoscere gli oli naturali che la cute produce dagli oli che invece sono di scarto. Prova ad alternare lavaggi con shampoo e balsamo a co-washing (qui ti spiego come fare) o a lavaggi con sola acqua, in questo modo eviterai di appesantirli, ma riuscirai comunque a sciacquarli. Ricorda sempre di nutrire le lunghezze con qualche olio, come semi di lino o burro di karité, li vedrai splendenti. Se vai in palestra tutti i giorni, magari cerca di alternare i lavaggi e procurati uno shampoo 100% bio che ti dia la sensazione di pulizia, senza andare ad aggredire troppo in profondità. Legati i capelli quando non li vedi proprio in forma e organizza la tua hair care routine sulla base dei tuoi impegni settimanali. Se per due giorni pensi di non avere eventi speciali, cerca di resistere, i tuoi capelli ringrazieranno.

Prenditi cura della tua chioma coccolandola con maschere per capelli super nutrienti e impacchi naturali (scopri i 5 migliori impacchi per capelli), specie se durante l’estate li hai stressati tra bagni di sole e di acqua salata.

E tu che abitudini hai? Continua a seguirmi qui o su Impossibile Fermare i Battiti, in arrivo tanti altri beauty tips!

Photo Credit: Claudia Frijio

L'articolo Ogni quanto lavare i capelli? Scoprilo subito sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

 

capelli crespi rimedi naturali

Photo credits Pinterest

Capelli crespi rimedi naturali e mille altre storie. Racconti di terre lontane, di voli intercontinentali e di corse in auto. Novelle a base di lunghe passeggiate in riva al mare, di baci appassionati e risate attorno ad un falò.

Ogni anno la stessa storia: l’estate inizia, la viviamo al meglio e, in un battito di ciglia, ci ritroviamo a settembre! Capita anche a voi? Beh se da qualche anno far sviluppare il rullino con le foto ricordo non è più una priorità al rientro ora abbiamo loro: i capelli sfibrati e la pelle secca da curare. Oggi ci concentriamo sui capelli crespi con alcuni rimedi naturali per scoprire come curarli.

Prima di tutto bisogna valutate la situazione: è necessario darci un taglio? Se la risposta è sì valutate tra corti e medi, saranno il trend di stagione e se sei indecisa…qui la risposta che cercavi!

capelli crespi rimedi naturali

Photo Credits babywhatsup.com

Se hai i capelli chiari o decolorati potrebbero apparire aridi e più crespi del solito. Valuta una tinta all’hennè di almeno un tono più scuro. Si tratta di una colorazione naturale che nutre i capelli. Qui la guida ai colori capelli 2019.

Non hai bisogno di tagli e colori? Ottimo, ecco una raccolta di maschere per capelli fatte in casa che ti aiuteranno a tornare come prima. Accostale a questi rimedi per i capelli crespi e sfibrati e sarà pura magia!

Non hai pazienza e odi uscire con i capelli simili ad un rotolo di paglia? Gioca con le acconciature! Qui trovi le acconciature più chic, qui le acconciature più strane di sempre mentre, se sei under 30, qui le treccine più cool degli ultimi anni.

L’appuntamento è sul canale youtube, su Alice Cerea e nelle stories di Instagram con tantissimi tips beauty e non solo, alla prossima!

L'articolo Capelli crespi, rimedi naturali e altre storie: tutti i consigli beauty sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

 

abbronzatura i colori per esaltarlaDopo tutti gli sforzi di questa estate hai solo un desiderio: una pelle dorata che duri più a lungo. D’altronde tutte noi conosciamo la fatica per raggiungere una bella abbronzatura, ma ahimè, siamo anche a conoscenza della sua breve durata. A dire il vero esistono molti trattamenti in grado di mantenere l’effetto dell’abbronzatura più a lungo. Ti interessa conoscere qualche beauty tips? Continua a seguirmi, te ne parlerò prossimamente!

Oggi però vorrei condividere con te qualche trucchetto per esaltare il colorito ambrato della tua pelle attraverso la scelta dei colori dei tuoi outfit. Ebbene sì, i colori giusti riescono facilmente ad ingannare l’occhio e con il supporto del make up perfetto per l’estate, potremmo specchiarci e vederci ancora belle e abbronzate.

Quali sono i colori per mettere in risalto la pelle dorata?

-Il total black: è l’eleganza per eccellenza, è minimal ed irrinunciabile ed è anche uno dei colori che più mette in risalto i residui di bronze sulla pelle. Abbina sempre accessori color oro e non dimenticare l’illuminante per sentirti l’estate addosso.

-Il bianco: è la nuance che scegliamo più spesso per le nostre uscite estive, è quello che cattura la luce e quindi permette al tuo incarnato di sprigionare tutta la sua luminosità. Indossa una camicia super accollata (qui trovi un’idea outfit) o con scollo profondo, oppure una giacca bianca con sotto giacca nero e mi raccomando, utilizza terra e ombretto shimmer per amplificare l’effetto.

-Il denim: Il blue jeans va preso in considerazione per il back to office. Una bella camicia di jeans oppure un giacchettino sono perfetti in questa mezza stagione, non solo per ottenere un casual look, ma anche per mettere la pelle dorata in risalto.

-Greenery e azul: Abitini svolazzanti in queste tonalità cromatiche o magari accessori importanti come maxi collane o orecchini sul turchese non sono da sottovalutare.

-Le tonalità del tramonto: rosso e arancione a livello ottico aiutano tantissimo. Indossa un tubino, scopri le gambe, perché di solito è la parte che riesce a mantenere l’abbronzatura per più tempo.

come esaltare l'abbronzatura

Photo Credit: Claudia Frijio

 

Approfitta degli ultimi weekend di Settembre per prendere un po’ di sole e poi tieniti stretta la tua abbronzatura sfruttando queste dritte.

Hai già provato gli impacchi per capelli? Fammi sapere e continua a seguirmi qui e su Impossibile Fermare i Battiti, ho in serbo per te tantissime novità!

Photo Credit: Claudia Frijio 

L'articolo Pelle dorata più a lungo? Esaltala con i colori giusti sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

onde capelli sara sampaioCi capita spesso di vedere celebrity con chiome folte e voluminose. E’ vero che hanno hair stylist sempre a disposizione, ma è vero anche che molte di loro usano le extension!

Le extension capelli, non sono però solo prerogativa delle celebrity. Possono essere una soluzione anche per noi “comuni mortali”! Per rimediare ad un taglio di cui ci siamo pentite, per chi non ha una chioma molto folta o semplicemente per ci vuole cambiare look.

Esistono diversi tipi di extension e se in passato l’effetto era spesso finto, oggi le cose sono cambiate e il risultato può essere davvero naturale.

Parliamo delle diverse tecniche di applicazione che ho provato.

Per prima ho provato l’applicazione con cheratina: – L’applicazione di extension con cheratina avviene attraverso la fusione tra colla e capelli. E’ un metodo molto diffuso che prevede l’attaccamento attraverso piccole ciocche. Possono durare anche 5 mesi, se curate in maniera adeguata ed il risultato è molto naturale.

Ma veniamo alle note dolenti! Lo svantaggio di questa tecnica di applicazione è che potrebbe soffocare e indebolire i capelli per via del peso. Inoltre, non essendo ben ossigenati, i capelli possono tendere a diventare più fragili e a spezzarsi più facilmente. La mia esperienza personale non è stata molto positiva, perché una volta tolte i miei capelli erano piuttosto rovinati e si spezzavano facilmente.

Passiamo alla seconda tecnica, la tessitura. Le extension cucite, sono una vera e propria arte che prevede l’applicazione dei capelli su trecce sottili e attaccate alla testa dove su ogni treccia vengono cucite le hair extension. E’ una tecnica utilizzata soprattutto da chi ha capigliature afro. Questa tecnica è utilizzata da star come Beyoncè, Rihanna, Naomi Campbell o Kim Kardashian perché permette di racchiudere tutti i capelli nelle trecce e cambiare completamente look. E’ a discrezione del cliente, decidere se racchiudere tutti i capelli nelle trecce oppure fare solamente poche linee su cui cucire. Con questa tecnica otterremo un effetto molto naturale ma la mia esperienza personale è stata totalmente negativa, vi spiego perché! La durata di questo tipo di applicazione va dai 2 ai 4 mesi, ma io ho dovuto toglierle dopo una settimana perché sentivo una costante trazione tanto da avere continui mal di testa.

Passiamo all’ultima tecnica JB. La tecnica JB è una tecnica innovativa e rivoluzionaria. Sono delle ciocche esclusivamente Fancy Fl’hair (di cui vi parlerò in seguito) applicate su una striscia di fissaggio ultra sottile che permette un’applicazione praticamente invisibile . Il sistema di fissaggio è studiato per risultare morbido e confortevole sulla cute. Il tipo di capelli utilizzati per questa tecnica è sorprendente, vi assicuro che è diverso da tutti quelli che avete provato fino ad ora. Sono 100% INDIAN VIRGIN HAIR provenienti dal tempio, nel rispetto di elevati standard di qualità. Selezionano a mano solo capelli classificati REMY e DOUBLE DRAWN. Le ciocche Remy sono trattate nel loro verso naturale, secondo la direzione delle cuticole; con Double Drawn indichiamo la tipologia di hair extension formata da capelli della stessa lunghezza, dalla base alle punte. Il risultato? Hair extensions pettinabili che rimangono ordinate a lungo, non si sfibrano e non creano nodi antiestetici. Ogni singola ciocca Fancy Fl’Hair viene sottoposta a rigidi controlli qualitativi, che includono la valutazione di morbidezza, durabilità e colore. In questo modo ci assicurano che ogni extension certificata Fancy Fl’Hair, conservi il più a lungo possibile le sue caratteristiche originali. L’applicazione è veloce e sicura: grazie all’innovativo metodo easy on JB il tuo hairstylist potrà procedere nel fissaggio delle tue Fancy Fl’hair in maniera rapida e sicura, avendo la certezza di rispettare la salute dei tuoi capelli naturali! Le ciocche FL’hair splendono di salute: sono trattate in maniera speciale, per mantenere a lungo tutte le caratteristiche originarie. Sono “naturali” e quindi assumono tutte le caratteristiche del capello, partendo però da un capello sano e vigoroso. La mia esperienza personale: questa è la tecnica con cui mi sono trovata meglio, i miei capelli non si sono rovinati e non mi sembra nemmeno di averle addosso!

L'articolo Extension: la tecnica di applicazione più adatta a te! sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Che differenza c’è tra Crema Viso Giorno e Notte?

Durante il giorno, l’epidermide è soggetta a diverse fatiche quali i dannosi raggi UV, l’inquinamento, lo stress ambientale, il make up quindi le creme da giorno si concentrano principalmente sulla protezione e sul mantenimento dell’idratazione; in più contengono un filtro solare SPF per prevenire l’invecchiamento cutaneo e altre problematiche legate al sole. Dovete sapere infatti che sono arricchite da principi antiossidanti utili per combattere i radicali liberi e hanno in aggiunta alcuni ingredienti come la caffeina che rendono la pelle energica e tonica.

Durante la notte invece la nostra pelle svolge importanti funzioni di riparazione, ripristino e rigenerazione cellulare. Le creme notte sono quindi veri e propri concentrati di idratazione e nutrimento, con scopi specifici diversi tra loro, a seconda delle proprie esigenze. Contengono principi idratanti estremamente potenti, ad assorbimento lento. Sono inoltre ricchi di composti anti-age tra cui il retinolo, l’acido glicolico e l’acido ialuronico, che possono svolgere liberamente le loro funzioni senza interferire con i filtri solari necessari durante il giorno. Per questo le creme notte sono più ricche, spesse, pesanti e untuose rispetto a quelle giorno.

Vi posso ben dire che la differenza tra  la Crema Viso Giorno e Notte è ben visibile: utilizzare entrambi i cosmetici non è un obbligo, ma un buon consiglio, da valutare in base alla propria preferenza personale.

Foto di Sara landoQuali creme giorno vi posso consigliare?

-ULTRA FACIAL CREAM di Kiehl’s dalla consistenza leggera e con un’efficacia fino a 24 ore, contribuisce a mantenere l’idratazione, lasciando la pelle luminosa e morbida. Idrata e protegge anche nelle condizioni climatiche più avverse.

-LIERAC HYDRAGENIST gel crema idratante ossigenante rimpolpante dalla consistenza leggera e con un’efficacia fino a 24 ore, aiuta a trattenere l’idratazione, lasciando la pelle morbida e luminosa.

-DARPHIN IDEAL RESOURCE ANTI-AGE & RADIANCE illuminante e ristrutturante a base di infusi botanici, rende la pelle rimpolpata, liscia e radiosa in una settimana. E dopo quattro settimane le linee di espressione sono levigate.

E per la notte?

- MIDNIGHT RECOVERY CONCENTRATE NOTTE di Kiehl’s, una crema per il viso che contiene un potente mix di oli botanici ed essenziali, che rigenerano la pelle durante la notte, assicurando un effetto radioso al risveglio. Durante il riposo notturno, quando la pelle risulta più permeabile, il concentrato agisce riparandola e stimolando il rinnovamento cellulare.

-LIFT INTEGRAL CREMA NOTTE di Lierac è il trattamento ad effetto guaina che affina l’ovale del viso. Ispirata alle tecniche estetiche combinate di lifting + injection, questa crema notte associa principi attivi vegetali ad effetto liftante voluminizzante.

-DARPHIN IDEAL RESOURCE ANTI-AGE & ECLAT è una crema illuminante rigenerante notte che rende la pelle rimpolpata, levigata e radiosa grazie agli infusi botanici.

L'articolo Crema giorno e crema notte: le differenze sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Make-up e skin-addicted questo messaggio è per voi: per capire meglio come truccarsi per ottenere una base perfetta abbiamo invitato Manuele Mameli, make-up artist di Chiara Ferragni, e 4 truccatori della sua Accademia a una prova make-up che sarà trasmessa in diretta nel nostro account Instagram, @glamouritalia, oggi dalle 16.

Il make-up artist Manuele Mameli

Il make-up artist Manuele Mameli

Insieme a Manuele Mameli e i suoi truccatori saranno presenti 4 ragazze della Condé Nast Social Academy e una famosa influencer: sarà infatti attraverso i loro volti che gli esperti racconteranno segreti e consigli make-up, supportati dalla linea di struccanti MicellAIR Professional di NIVEA. Perché, come ha detto Manuele Mameli, «non esiste il fondotinta perfetto ma esiste una base curata e struccata bene ogni giorno».

Sarà proprio con Manuele e i 4 mua che scioglieremo ogni dubbio sulla detersione della pelle, sia in preparazione al make-up che dopo una serata: l’acqua micellare riesce davvero a rimuovere un trucco professionale? Le formule bifasiche, per loro natura oleose, permettono di fare dei piccoli retouch al make-up quando sbagliamo? Rimuovere un trucco professionale può diventare un gesto semplice e veloce?

L’appuntamento con il Live e le Stories è dalle 16 su @glamouritalia. Vi aspettiamo!

L'articolo Manuele Mameli ci svela i segreti del make-up oggi dalle 16 sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere

Si dice che molto abbiamo da imparare dalla storia. E Gucci ha preso in parola il pensiero e proprio alla storia dell’arte si rifà per parlare di bellezza con un account Instagram, @guccibeauty che non mette in mostra prodotti, modelle e meno che meno influencer, ma ritratti e opere d’arte. I 24 post iniziali mostrano, infatti, dipinti a olio di reali europei anonimi accanto ad altri di origine egiziana o romana, il tutto accompagnato da una breve descrizione di scrittori e critici d’arte, che elargiscono commenti e differenti prospettive, contesualizzando anche il periodo di creazione dell’opera e richiamando l’attenzione su speicifi aspetti legati alla bellezza del quadro. L’ideatore? Alessandro Michele, il direttore creativo della Maison che ci ha abituati a vedere il mondo da una prospettiva diversa e insolita, dalla moda alla cultura all’arte e adesso anche alla bellezza.

2018-09-18-(1)

L'articolo @guccibeauty: il nuovo modo di vedere la bellezza sembra essere il primo su Glamour.it.



Continua a leggere